Regolamento relativo ai compiti didattici istituzionali di professori e ricercatori

Articolo 2 - Definizioni

. Ai fini del presente Regolamento, si adottano le seguenti definizioni:

a)   Ateneo: l'Università degli Studi di Trieste;

b)   Dipartimento: uno dei Dipartimenti dell'Università degli Studi di Trieste;

c)   Professori: i Professori di I e II fascia;

d)   Ricercatori di ruolo: i Ricercatori di cui agli artt. 1 e 32 d.P.R. 11 luglio 1980 n. 382;

e)   Ricercatori a tempo determinato: i titolari di contratto di cui all'art. 24 comma 3 lett. a) l. n. 240 del 2010 (Ricercatori di tipo a); i titolari di contratto di cui all'art. 24 comma 3 lett. b) l. n.  240 del 2010 (Ricercatori di tipo b); i Ricercatori a tempo determinato di cui all'art. 1 comma 14 legge 4 novembre 2005, n. 230 (Ricercatori ex legge n. 230 del 2005);

f)    Ricercatori: i soggetti di cui alle lettere d) ed e);

g)   Programmi formativi: i corsi di laurea, i corsi di laurea magistrale, i corsi di laurea magistrale a ciclo unico, i corsi di dottorato, i corsi di specializzazione, i master universitari di I e II livello, i corsi di perfezionamento, i Percorsi Abilitanti Speciali-PAS, i corsi di Tirocinio Formativo Attivo-TFA ordinari e speciali, i corsi propedeutici o di recupero, nonché le altre iniziative che prevedano attività didattiche organizzate direttamente dall'Ateneo al fine di assicurare la formazione culturale e professionale dei discenti;

h)   Attività didattica frontale: l'attività didattica - relativa a lezioni frontali, in insegnamenti o moduli, svolte anche in laboratorio - erogata, tenendo conto anche delle eventuali ripetizioni, all'interno dei Programmi formativi di cui alla lettera g) e assegnata dai Dipartimenti a ciascun professore o ricercatore nell’ambito della programmazione didattica;

i)     Attività didattica integrativa: l'attività didattica che affianca l'attività didattica frontale, al di fuori del monte ore previsto per il corso ufficiale;

j)     Servizi agli studenti: le attività di ricevimento studenti, di supervisione nella preparazione delle prove finali dei corsi di I, II e III livello, di supporto a stage e tirocini, di partecipazione a commissioni per il conferimento del titolo finale, di orientamento e tutorato, nonché di verifica dell’apprendimento;

k)   Corso di insegnamento blended: il corso di insegnamento che soddisfa i requisiti di cui alla deliberazione del Senato Accademico 21 ottobre 2015, odg 3-E).