Statuto dell'Università degli Studi di Trieste
Titolo 2 - ORGANI DI GOVERNO

Art. 10 - Senato Accademico

1. Il Senato Accademico formula proposte ed esprime pareri obbligatori in materia di ricerca, didattica e correlati servizi, nonché svolge funzioni di coordinamento e di raccordo con i dipartimenti e con le scuole interdipartimentali, ove istituite.
2. Il Senato Accademico, in particolare, esercita le seguenti funzioni:

a) formula proposte ed esprime parere sul documento di programmazione strategica triennale di Ateneo proposto dal Rettore e sulla programmazione triennale in materia di dotazione organica di professori e ricercatori;

b) formula proposte ed esprime parere sul piano dell’offerta formativa e in materia di attivazione, modifica e soppressione di corsi di studio, dipartimenti, scuole interdipartimentali e sedi dell’Università; a tal fine, in coerenza con il progetto scientifico e formativo costitutivo dei dipartimenti, effettua periodicamente una ricognizione dei professori e ricercatori che vi afferiscono, delle aree e dei settori scientifico-disciplinari di pertinenza;
c) formula proposte ed esprime parere, in coerenza con la programmazione di Ateneo, in merito al fabbisogno della dotazione organica di professori e ricercatori e in merito all’attribuzione delle relative risorse ai dipartimenti;
d) esprime parere, in coerenza con la programmazione di Ateneo, in merito alle richieste di copertura di posti di professore di prima, di seconda fascia e di ricercatore formulate dai dipartimenti e, all’esito delle procedure di reclutamento, alle relative proposte di chiamata;
e) sentiti i dipartimenti interessati, esprime parere sulla mobilità di professori e ricercatori, secondo quanto previsto dall’articolo 25, comma 3;
f) formula proposte ed esprime parere sulle modalità di valutazione dell'attività di ricerca e didattica;
g) esprime parere sul conferimento dell’incarico di Direttore generale proposto dal Rettore;
h) formula proposte ed esprime parere sui criteri per la ripartizione del personale tecnico-amministrativo, delle risorse finanziarie e degli spazi tra le strutture di servizio a supporto della ricerca e della didattica;
i) esprime parere sul bilancio di previsione annuale e pluriennale, sul conto consuntivo e sulla relazione, presentata dal Rettore, concernente i risultati delle attività di ricerca e di formazione e i finanziamenti ottenuti da soggetti pubblici e privati;
j) formula proposte ed esprime parere in materia di interventi intesi a garantire il diritto allo studio;
k) esprime parere sui provvedimenti relativi alle contribuzioni a carico degli studenti;
l) delibera in materia di riconoscimento di titoli di studio;
m) approva il regolamento generale di Ateneo, acquisito il parere del Consiglio di Amministrazione;

n) approva il regolamento didattico di Ateneo, sentiti i dipartimenti e le scuole interdipartimentali, ove istituite, e acquisito il parere favorevole del Consiglio di Amministrazione;
o) approva i regolamenti delle strutture di ricerca e didattiche e i regolamenti in materia di ricerca e di didattica, sentiti i dipartimenti e le scuole interdipartimentali, ove istituite, e acquisito il parere favorevole del Consiglio di Amministrazione;

p) approva il codice etico e ne applica le sanzioni;

q) esprime parere sul regolamento di amministrazione, finanza e contabilità;
r) esprime parere, per quanto di sua competenza, sull’accettazione di liberalità e lasciti, sulla stipulazione di convenzioni, contratti e accordi, nonché sulla partecipazione a progetti nazionali e internazionali, a procedure di gara a evidenza pubblica per la prestazione di servizi a terzi e in materia di proprietà intellettuale, start up e spin off universitari;

s) esprime parere, per quanto di sua competenza, sulla costituzione e partecipazione a fondazioni, associazioni, consorzi, società commerciali e altre forme associative di diritto pubblico e privato;
t) esprime parere sui programmi edilizi dell’Ateneo e sui relativi interventi attuativi;
u) designa i componenti esterni del Consiglio di Amministrazione;
v) esprime parere sulla proposta di designazione del presidente del Collegio dei revisori dei conti, formulata dal Rettore;
w) designa i componenti del Nucleo di valutazione di Ateneo, tra i candidati proposti dal Rettore;
x) designa il Garante di Ateneo, su proposta del Rettore;
y) designa i professori e i ricercatori componenti del Collegio di disciplina di cui all’articolo 23;
z) propone al corpo elettorale, con il voto della maggioranza di almeno due terzi dei propri componenti, una mozione motivata di sfiducia al Rettore, non prima che siano trascorsi due anni dall’inizio del mandato.

3. Il Senato Accademico esercita ogni altra funzione conferita dalle leggi concernenti l'ordinamento universitario, dallo Statuto e dai regolamenti di Ateneo.
4. I pareri di cui al comma 2 si considerano acquisiti se non espressi entro trenta giorni dalla richiesta.

5. Il Senato Accademico è convocato in via ordinaria dal Rettore e, in via straordinaria, quando ne faccia richiesta almeno un quarto dei suoi componenti.