Presidio della Qualità

Il Presidio della Qualità ha un ruolo centrale per la realizzazione del Sistema di Assicurazione della Qualità (AQ) dell'Ateneo attraverso:

• la supervisione dello svolgimento adeguato e uniforme delle procedure di AQ di tutto l'Ateneo;

• la proposta di strumenti comuni per l'AQ e di attività formative ai fini della loro applicazione;

• il supporto per le attività comuni della formazione e della ricerca ai Coordinatori dei Corsi di Studio e ai Direttori di Dipartimento.

Obiettivo centrale delle azioni di AQ è produrre adeguata fiducia che siano disponibili gli strumenti necessari per raggiungere gli obiettivi fondamentali delle attività di formazione e ricerca e per verificare il grado in cui essi sono stati effettivamente conseguiti.

Tutte le azioni dell’AQ devono essere regolate da una pianificazione, applicate sistematicamente, ed essere documentate e verificabili. L’accertamento della presenza effettiva della Qualità richiede che si adottino sistemi di monitoraggio e di valutazione appropriati, pertinenti e sostenibili: essi dovranno fondarsi su elementi di processo – ossia le premesse, le risorse e i modi di operare che rendono possibile il raggiungimento dei risultati prefissati – e su elementi di risultato – ossia l’osservazione concreta dei risultati effettivamente ottenuti – formulati con criteri diversi per la formazione e per la ricerca che hanno differenti modi di operare e di realizzarsi.

L'Ateneo di Trieste ha costituito il primo Presidio della Qualità con D.R. 1283/2013 (composizione integrata con D.R. 487/2016).

Il Presidio della Qualità per il triennio 2020/2022 è stato nominato con D.R 1043 del 20 dicembre 2019 (corretto con D.R. 1050/2019) con una composizione strutturata in Commissioni secondo lo schema riportato di seguito:

Il supporto tecnico-amministrativo del Presidio è svolto dall’Unità di Staff Qualità Statistica e Valutazione che attualmente garantisce il coordinamento con le strutture dell'Ateneo coinvolte a vario titolo nel sistema AVA.