Silvia Marchesan

Silvia Marchesan
Corso di Laurea a ciclo unico in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche
Professore Associato in Chimica Organica presso in Dipartimento di Scienze Chimiche e Farmaceutiche, Università degli Studi di Trieste
Trieste

Intervista rilasciata a novembre 2018

 

1) NOME- COGNOME

Silvia Marchesan

 

2) AZIENDA ATTUALE PRESSO CUI SEI IMPEGNATO E RUOLO

Professore Associato in Chimica Organica presso in Dipartimento di Scienze Chimiche e Farmaceutiche, Università degli Studi di Trieste

 

3) FORMAZIONE PRESSO l’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE: CORSO DI STUDI/MASTER/DOTTORATO

Corso di Laurea a ciclo unico in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche.

 

4) CI RACCONTI QUALCOSA DI TE?

Amo la ricerca scientifica multidisciplinare, credo che l’innovazione sia alla base del progresso della società. Penso che per innovare sia importante la creatività e trovo molta ispirazione sia nelle arti (pittura, scultura, ma anche architettura) sia nelle realtà diversificate per natura e per cultura, di cui Trieste è un ottimo esempio, essendo una città incastonata tra Mediterraneo e Alture del Carso, con una storia ricca e diverse realtà culturali che convivono.

 

5) COSA TI APPASSIONA DEL TUO LAVORO?

Cercare nuove soluzioni e avventurarci verso nuovi fronti della conoscenza. La ricerca permette di esplorare continuamente nuove idee, sperimentare ogni giorno, e ogni piccolo risultato può espandere ciò che conosciamo ed aggiungere un tassello su cui altri possono aggiungerne altri, verso traguardi più grandi nel tempo. La natura collettiva della ricerca scientifica è un aspetto molto positivo ed incoraggiante di ciò che possiamo raggiungere unendo le forze.

 

6) COSA PORTI CON TE DELL’ESPERIENZA DI STUDIO ALL’UNIVERSITÀ DI TRIESTE?

L’emozione delle prime esperienze in laboratorio, delle sorprese che può offrire la chimica non solo a chi è alle prime armi, ma anche a chi è esperto. Lo stimolo intellettuale di dover risolvere i problemi scientifici, un po’ come un enigma a cui ogni esperimento può fornire un nuovo tassello tramite i dati raccolti. Infine, le possibilità di crescita personale lavorando in un ambiente internazionale, che già avevo trovato nel gruppo di ricerca durante il periodo di tesi.

 

7) QUALI SONO LE COMPETENZE O CARATTERISTICHE INDISPENSABILI PER IL TUO LAVORO?

Determinazione, pensiero logico, capacità analitica, metodo e creatività. Voglia continua di imparare, perché ogni giorno c’è da apprendere qualcosa di nuovo, non solo dagli esperimenti, ma anche dalle persone che ci circondano (studenti, docenti, tecnici, amministrativi) e dalla letteratura scientifica, che è in continua evoluzione.

 

8) COSA CONSIGLIERESTI A UN NEOLAUREATO CHE HA INIZIATO LA RICERCA DEL PRIMO IMPIEGO?

Di essere intraprendente e non lasciarsi abbattere dalle sconfitte, ma anzi di chiedere feedback per analizzarle e per lavorare sui punti deboli, rafforzandoli per il futuro. Di cercare un lavoro che appassioni e mostrare la propria passione in quel lavoro. Di cercare anche più in là, perché esperienze diversificate e lontane anche geograficamente arricchiscono e nel lungo termine portano frutti anche nella ricerca di un lavoro “vicino a casa”.

 

Articolo Nature

Articolo La Repubblica