Laura Pandolfi

Laura Pandolfi
Laurea magistrale in Fisica
Business Development Manager, Piramal Pharma Solutions
Ginevra, Svizzera

Intervista rilasciata a luglio 2018

 

1) NOME- COGNOME

Laura Pandolfi

 

2) AZIENDA ATTUALE PRESSO CUI SEI IMPEGNATO E RUOLO

Business Development Manager, Piramal Pharma Solutions, Francoforte sul Meno, Germaia

 

3) FORMAZIONE PRESSO l’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE: LAUREA/MASTER/DOTTORATO

Laurea magistrale in Fisica

 

4) IN CHE MODO IL TUO PERCORSO DI STUDI HA INFLUITO SULLE TUE SCELTE PROFESSIONALI?

Durante la tesi ho avuto l’opportunità di lavorare presso l’ospedale di Udine e sono venuta a conoscenza del Texas Medical Centre di Houston, in Texas, dove sono specialisti nella ricerca sull’oncofisica, la fisica applicata alla cura dei tumori. Volevo proseguire gli studi ed ottenere un dottorato e fremevo per fare un’esperienza all’estero. Ho quindi stabilito i contatti con Houston e meno di un anno dopo la laurea sono partita per gli States. Essere un fisico nucleare ti rende speciale, perché non ci sono molti laureati in questa materia.

 

5) IN COSA CONSISTE IL TUO LAVORO?

Dopo il dottorato in Scienza dei Materiali e Ingegneria, mi sono spostata in Fresenius Kabi, dove ho lavorato per circa tre anni con diverse responsabilita’ nel settore qualita’ e Business Development. Dal meta’ 2019 mi sono spostata a Piramal Pharma Solutions dove occupo la posizione di Business Development Manager per il territori italiano, tedesco, austriaco e scandinavo. Il Business Development Manager è colui che crea reti di contatti commerciali che mirano ad aumentare il profitto aziendale. In una giornata tipo mi occupo di mettere a punto il business plan e seguire il processo di sviluppo di prodotti per i nostri clienti, preparo offerte commerciali e contratti, sono responsabile delle attività di follow up alla vendita e iniziative di marketing.

 

6) PERCHÈ HAI DECISO DI CANDIDARTI PER L’AZIENDA PER CUI LAVORI?

Durante l’esperienza di dottorato tra Cina e Stati Uniti ho capito che non volevo proseguire la carriera nel campo accademico ma lavorare per una multinazionale farmaceutica con base in Europa. Dopo un’eccitante parentesi presso Fresenius Kabi, ho deciso di accettare una nuova opportunita’ con Piramal Pharma Solutions che mi ha permesso di ricoprire un ruolo con maggior responsabilita’. Inoltre Piramal ha offerto di finanziare il Master in Business e Amministrazione che dovrei completare a meta’ 2021 presso Frankfurt School of Finance.

 

7) RITIENI DI ESSERE CRESCIUTA DAL PUNTO DI VISTA PROFESSIONALE? CHE COMPETENZE HAI ACQUISITO?

La crescita professionale consiste di un processo di continua evoluzione. Nelle passate esperienze di studio e lavoro ho imparato a mettermi in gioco e a non focalizzarmi solo su un argomento o una materia. Negli anni ho studiato Inglese, Spagnolo, Cinese e Tedesco. Ogni 6 mesi seguo corsi di aggiornamento per migliorare le competenze tecniche e allo stesso tempo mi focalizzo sullo sviluppo delle soft skills (e.g. capacità di parlare in pubblico, abilità di ricerca e scrittura, capacità di networking, padronanza della/e lingua/e, capacità di lavorare in team), che sono poi le caratteristiche che fanno la differenza tra un tecnico esperto e un buon manager.

 

8) COSA CONSIGLIERESTI A UN NEOLAUREATO?

Siate “PROACTIVE” – le aziende multinazionali amano questa parola: cogliete le occasioni al volo e non aspettate che le opportunità cadano dal cielo… Andate a cercarle, prendete l’iniziativa, mettetevi in gioco. Approfittate delle borse di studio Erasmus o dei contatti che l’Università ha con altre Università e centri di ricerca europei ed extra-europei per fare esperienze all’estero, magari durante la stesura della tesi finale. Studiate altre lingue oltre all’inglese! Nel mondo delle multinazionali la capacità di parlare più di una lingua (e.g. Spagnolo, Cinese, Portoghese, Francese) è vista come un asset fondamentale.