Andrea Santangelo

Andrea Santangelo
Laurea Triennale in Scienze Giuridiche e Laurea Magistrale in Giurisprudenza
Responsabile dell’Ufficio Legale del Consorzio Blue Line Group
Monfalcone (GO)

Intervista rilasciata a settembre 2021

 

1) NOME- COGNOME:

 Andrea Santangelo

 

2) AZIENDA ATTUALE PRESSO CUI SEI IMPEGNATO, RUOLO e SEDE:

 Responsabile dell’Ufficio Legale del Consorzio Blue Line Group, Monfalcone (GO)

 

3) FORMAZIONE PRESSO L’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE: CORSO DI STUDI/MASTER/DOTTORATO:

 - Laurea Triennale in Scienze Giuridiche presso l’Università degli Studi di Trieste

 - Erasmus con borsa di studio di 10 mesi presso l'Università di Strasburgo

- Laurea Specialistica in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Trieste

 

4) QUALE È STATA LA TUA PRIMA ESPERIENZA DI LAVORO DOPO LA LAUREA? CREDI TI SIA SERVITA PER ENTRARE A FAR PARTE DELL’AZIENDA PER CUI LAVORI?

La mia prima esperienza lavorativa, successiva alla Laurea Triennale, constava di un tirocinio presso il Dipartimento Affari Istituzionali dell’Assemblea delle Regioni d’Europa a Strasburgo.  Trattandosi di un’organizzazione che conta più di trenta diversi Stati dell’Europa allargata ho dovuto apprendere rapidamente l’importanza della gestione del tempo e dell’organizzazione del lavoro. 

Quanto appreso è molto prezioso anche nella posizione che ricopro oggi, poiché ritengo il time management uno strumento fondamentale per stabilire gli obiettivi, le priorità, la gestione delle urgenze e per ottimizzare la produttività.

 

5) PUOI SPIEGARE QUALI SONO LE TUE MANSIONI E LE RESPONSABILITÀ CHE RICOPRI?

Come giurista d’impresa, ed in qualità di Responsabile dell’Ufficio Legale, la mia mission è quella di tutelare l’azienda dai rischi legali, creando una “scatola di sicurezza” costituita dalle best practices, entro la quale l’azienda stessa possa operare.

Fornisco consulenza legale interna al gruppo societario assicurandomi che sia sempre corretta, chiara e tempestiva.

Lavorando in un gruppo che opera nella cantieristica navale e nella realizzazione di impianti industriali, che conta oltre 350 lavoratori attivo in Italia e all’estero, le mie mansioni principali sono: fornire pareri giuridici alla direzione e a qualsiasi altro ramo del gruppo, la contrattualistica e la negoziazione in italiano e in inglese, la compliance di gruppo (dalla responsabilità penale dell’ente al lato privacy), il contenzioso, la gestione dei sinistri e la partecipazione ai bandi europei.

 

6) C’È UN ERRORE CHE RITIENI DI AVER COMMESSO NELLA RICERCA DEI TUOI PRIMI IMPIEGHI E CHE TI SENTI DI CONDIVIDERE AFFINCHÉ ALTRI NON LO RIPETANO?

Terminato il percorso di studi in giurisprudenza e la pratica forense, un limite che ho riscontrato nel momento in cui iniziato la mia esperienza nell’ufficio contenzioso della Banca Popolare di Cividale, è stato quello di sapermi esprimere utilizzando un linguaggio prevalentemente giuridico.

Ho dovuto quindi iniziare a parlare e a comprendere linguaggi diversi, di ingegneri, direttori di filiale, imprenditori, commercialisti, eccetera. Un esercizio di contaminazione non facile per noi legal, che abbiamo sempre “la sicurezza del Codice”, ma sicuramente necessario per crescere professionalmente.

 

7) QUALI SONO LE COMPETENZE O CARATTERISTICHE CHE TI HANNO PERMESSO DI RAGGIUNGERE I TUOI OBIETTIVI PROFESSIONALI?

Sicuramente la curiosità ha sempre svolto un ruolo fondamentale nella mia crescita professionale.

Riconosco inoltre che durante l’anno accademico che ho trascorso negli Stati Uniti d’America ho appreso l’importanza di concedersi lo spazio di sbagliare, imparare dai propri errori e rialzarsi più forti di prima.

 

8) COSA CONSIGLIERESTI A UN NEOLAUREATO CHE DESIDERA INTRAPRENDERE LA TUA PROFESSIONE?

Le due virtù cardinali che ritengo vadano coltivate come giuristi d’impresa sono da un lato l’eccellente conoscenza del diritto e dall’altro sviluppare le capacità manageriali poiché solo conoscendo e sapendo analizzare ogni aspetto dell’azienda, dal Finance al Manufacturing passando per le Human Resources, saremo in grado di svolgere una attività su misura, preparata e predittiva.

Attraverso la formazione, tanta umiltà e curiosità verso ogni aspetto che riguarda l’azienda, il “giurista” deve diventare “d’impresa” e valore aggiunto per la stessa.